News: Scegliere la migliore Pay TV: 4 consigli per aiutarti a farlo

2019-11-12

Immagine

Scegliere una Pay Tv oggi potrebbe essere un compito veramente arduo. Te ne sarai reso conto guardando l’enorme offerta di abbonamenti presenti sul mercato. Come fare quindi a scegliere l’abbonamento più adatto alle tue esigenze evitando di spendere più del necessario? Inizia da qui scoprendo subito 4 utili consigli per scegliere la Pay Tv più adatta alle tue esigenze e risparmiare.

 

Valuta quanto e come guardi la Tv per scegliere solo i pacchetti più adatti a te

 

Prima di guardare le offerte delle diverse Pay Tv, devi capire che tipo di spettatore sei.

Lasciarsi attrarre dal prezzo e sottoscrivere delle offerte all inclusive infatti, potrebbe essere un grave errore se guardi la Tv sporadicamente o preferisci guardare solo alcuni tipi di contenuti.

 

Ad ingannarti, a volte, potrebbe non essere solo la possibilità di avere tutto in un unico pacchetto ma anche la possibilità di usufruire dell’offerta a prezzo scontato, o addirittura gratis, per qualche mese. Devi però fare molta attenzione. Farsi conquistare da un’offerta che non ti interessa, solo per il fatto di averla gratis per qualche tempo, può significare poi doverla pagare per tutta la durata del contratto pur non usufruendone. Spesso infatti richiedere una riduzione del pacchetto acquistato prima della scadenza del contratto comporta un esborso economico variabile a tuo carico.

 

In conclusione ci sentiamo di dirti:

 

·       se guardi la TV sporadicamente oppure ti interessano solo pochi contenuti strettamente specifici, ti consigliamo di orientarti verso la Pay per View o la TV online come, ad esempio, Tim Vision di Telecom Italia. In questo caso avrai la possibilità di pagare solo in caso di effettivo utilizzo e per ciò che interessa davvero;

·       Al contrario, se sei un grande appassionato del piccolo schermo o delle maratone televisive, dovresti propendere per l’abbonamento alla Pay TV tradizionale.

 

 

 

Una volta scelti i pacchetti più adatti, valuta le offerte dei vari provider in relazione ai contenuti e ai vincoli contrattuali

 

Dopo aver valutato attentamente come utilizzi la Tv e a che tipo di contenuti sei più interessato, possiamo passare al secondo dei nostri consigli su come scegliere la migliore Pay Tv: valutare il prezzo ed i vincoli contrattuali.

Possiamo fare una distinzione di carattere generale andando a valutare le differenze fra una Pay Tv tradizionale e una Tv online.

 

Le Pay TV tradizionali di solito, sono molto convenienti per un abbonamento di lungo periodo. Spesso infatti, obbligano l’utente ad almeno 12 mesi di utilizzo del servizio. In caso di disdetta anticipata si corre infatti il rischio di perdere degli sconti usufruiti e di dover corrispondere un rimborso e il pagamento dei costi dell'operatore. Costi che ammontano di solito fra gli 8 e gli 11 euro.

 

Le Pay Tv online invece hanno adottato il così detto modello pay per view che ti consente di usufruire della visione dei contenuti in modalità prepagata. Il pagamento avviene di solito mensilmente oppure tramite l’acquisto o noleggio di singoli eventi. Il tutto senza vincoli di rinnovo.

 

Ora che ti è più chiaro il funzionamento dei due diversi sistemi di Pay Tv, andiamo avanti con il terzo consiglio su come scegliere la migliore.

 

 

Dimmi che tecnologia hai e ti dirò che Pay Tv sei

 

Hai appena comprato l’ultimo modello di smartphone e già non vedi l’ora che esca il prossimo? Oppure hai appena imparato ad usare il telecomando della tv e non ti senti ancora pronto per tutta questa tecnologia?

A seconda della risposta che hai dato a queste domande ti converrà scegliere forme diverse di pay Tv.

 

Se sei un tipo poco tecnologico infatti, faresti bene ad orientarti verso una Pay Tv tradizionale (quelle con il decoder per capirci) piuttosto che una Tv online, più adatta invece a chi ha a che fare tutti i giorni con smartphone e tablet e vuole avere i suoi programmi preferiti sempre con sè.

 

Se invece sei un tipo super tecnologico, la Tv online è ciò che fa per te. In questo caso però, faresti bene a controllare il tipo di connessione che hai da disposizione in casa. Avere infatti un ADSL lenta potrebbe incidere sulla qualità dei contenuti mostrati, oppure una connettività a consumo può farti rischiare una vera e propria impennata della bolletta a fine mese.

 

La connessione però, non è l’unica cosa che devi tenere sotto controllo. Anche i dispositivi sui quali vedrai i tuoi programmi preferiti infatti, non sono tutti uguali. Una TV di qualche anno fa, anche se in buone condizioni, potrebbe non supportare l’abbonamento che scegli di sottoscrivere. Pagare di più per un pacchetto non avendo una TV in grado di supportarlo è chiaramente una spesa inutile. Perciò, prima di scegliere un qualsiasi pacchetto Pay Tv, assicurati che i tuoi dispositivi tecnologici siano in grado di farti godere al meglio il servizio che vuoi acquistare.

 

 

 

L’unione fa la forza: utilizza la Pay Tv e la Tv online per risparmiare

 

Immagina di essere un appassionato di calcio e, allo stesso tempo, di amare le serie Tv. Hai mai pensato che combinando un abbonamento ad una Pay Tv tradizionale, per vedere ad esempio il calcio, con una piattaforma online per vedere le serie Tv, potresti avere un risparmio di anche 10 euro al mese? Con le quasi infinite possibilità a disposizione sul mercato puoi crearti una vera e propria “Tv su misura” e risparmiare. Nessuno ti vieta infatti di avere pacchetti TV e pacchetti online di operatori diversi accendendo ai contenuti desiderati al prezzo migliore.

 

Ma non è finita qui. Ti consigliamo infatti di non sottovalutare le piattaforme online offerte dalle Pay TV. In caso di famiglie di due o più persone, per esempio, lo streaming live e on demand ti consente di accedere a contenuti diversi da due dispositivi con un unico abbonamento.